Disabile Multato. Qual è il limite del buon senso? Enrica Perucchietti

Disabile Multato. Qual è il limite del buon senso? Enrica Perucchietti

Quanto accaduto qualche giorno fa a Porto Recanati (MC), in cui un disabile, fermatosi a consumare all’interno di un bar, è stato multato dalla polizia in borghese, per aver violato le normative del Governo è ovunque argomento di discussione.

Una situazione grave che esige una seria riflessione, affidata ad Enrica Perucchietti – Scrittrice – intervistata da Beatrice Silenzi – Giornalista.

La notizia ha suscitato molto clamore, al punto che si è aperta una gara di solidarietà per il pagamento della multa, ma ha dato vita anche ad un mare di polemiche.

A cosa stiamo assistendo?

Al “divide et impera” che si prefigge ancora di spaccare la popolazione in due parti, all’inizio di una guerra tra poveri, allo squallido modo di diventare censori della vita degli altri, alla modalità di puntare il dito contro chi non si adegua ai regolamenti.

Siamo ancora una volta, dinanzi all’intransigenza fanatica e bigotta, al tramonto delle libertà costituzionali, alla passività del singolo, al cieco fanatismo, alla delazione del vicino di casa.

Qual è il limite del buon senso?

Il video pubblicato è di proprietà di (o concesso da terzi in uso a) FABBRICA DELLA COMUNICAZIONE.
E’ vietato scaricare, modificare e ridistribuire il video se non PREVIA autorizzazione scritta e richiesta a info@fcom.it.

Annuncio pubblicitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Libro di Beatrice Silenzi

Annuncio pubblicitario

TRANSLATE

SOSTIENI IL CANALE

AIUTAMI A COSTRUIRE UN MONDO MIGLIORE


LIBERI DALLE DIPENDENZE

FOCUS RADIO

PUBBLICITÀ

Le pubblicità che appaiono su questo sito sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desti perplessità. In tal caso, anche se indipendente dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i (lettori) fruitori.

BEATRICE SILENZI