Seleziona Pagina

Jova Beach Party e l’Econazismo

Jova Beach Party e l’Econazismo

Su Fabbrica della Comunicazione, la riflessione settimanale di Enrica Perucchietti – Scrittrice – commentata con Beatrice Silenzi – Giornalista. Ideologia politica raffazzonata, finto buonismo e propaganda: come sempre gli ingredienti ci sono tutti!

Ma lui, Lorenzo Jovanotti non ci sta!

“Io, vittima degli eco-nazisti” replica alle polemiche che hanno investito il suo Jova Beach Party, in un video che nei giorni scorsi ha pubblicato su instagram, asserendo anche quella dei lavoratori in nero sarebbe una bufala!

Poi, però, blinda il suo profilo Twitter, chiudendolo alla pubblica visione e lasciandolo fruibile solo per i seguaci più accaniti.

Gli attacchi e le polemiche non si fermano ovunque egli si rechi.

Cercando di minare il suo progetto nelle spiagge di tutta Italia, politici, attivisti e gente comune, accusa il Jova Beach Party seconda edizione di mettere in atto un’operazione di ‘green wash’ (neologismo che sta per ‘ecologismo di facciata’).

Invece “Jova Beach Party è un lavoro fatto bene, che tiene conto dell’ambiente, se pensate non sia fatto bene venite a verificare, non sparate fuffa”, sostiene il cantante, mentre moltissime associazioni ambientaliste provano ovunque a fermarlo, inutilmente.

Il video pubblicato è di proprietà di (o concesso da terzi in uso a) FABBRICA DELLA COMUNICAZIONE.
E’ vietato scaricare, modificare e ridistribuire il video se non PREVIA autorizzazione scritta e richiesta a info@fcom.it.

Podcast

Annuncio pubblicitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

TRANSLATE

CATEGORIE

Libri di Beatrice Silenzi

Annuncio pubblicitario

Annuncio pubblicitario

SOSTIENI IL CANALE

AIUTAMI A COSTRUIRE UN MONDO MIGLIORE


LIBERI DALLE DIPENDENZE

FOCUS RADIO

BEATRICE SILENZI