Seleziona Pagina

L’ipocrisia del politicamente corretto

L’ipocrisia del politicamente corretto

Su Fabbrica della Comunicazione, la riflessione settimanale di Enrica Perucchietti – Scrittrice – commentata con Beatrice Silenzi – Giornalista.

Roberto Burioni attacca una ragazza disabile su Twitter e scatena il pandemonio. Tra i primi a esprimere indignazione l’ex presidente della Commissione Bilancio della Camera Claudio Borghi sostiene che “Non è possibile che chi pubblicamente invita al dileggio di una ragazza fragile possa trovare spazio in una tv pubblica”.

Accusato di body shaming nei confronti di una sostenitrice della Lega, il virologo ha poi cancellato il post, scusandosi, ma non troppo!

Con l’arroganza e la spocchia che anche in passato lo hanno contraddistinto, Burioni non è nuovo ad uscite particolarmente infelici, come quella dello scorso 23 luglio, in cui si poneva come paladino della campagna vaccinale, proponendo “una colletta per pagare ai No vax gli abbonamenti Netflix per quando dal 5 agosto saranno agli arresti domiciliari chiusi in casa come dei sorci”.

Anche in questo caso una similitudine che aveva aperto un lungo dibattito sui social e sui giornali, per il linguaggio forte utilizzato dal virologo, tanto che era stato presentato contro di lui un esposto, poi archiviato, in Procura e all’Ordine dei medici per violazione del codice deontologico.

Il dileggiare ed il condannare la condotta di chi non si piega ai dettami del Governo e del Sistema resta il punto focale della vicenda e di un politically correct che presenta inequivocabilmente i tratti scorretti di un’imperante ipocrisia.

Il video pubblicato è di proprietà di (o concesso da terzi in uso a) FABBRICA DELLA COMUNICAZIONE.
E’ vietato scaricare, modificare e ridistribuire il video se non PREVIA autorizzazione scritta e richiesta a info@fcom.it.

Podcast

Annuncio pubblicitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

TRANSLATE

CATEGORIE

Libri di Beatrice Silenzi

Annuncio pubblicitario

Annuncio pubblicitario

SOSTIENI IL CANALE

AIUTAMI A COSTRUIRE UN MONDO MIGLIORE


LIBERI DALLE DIPENDENZE

FOCUS RADIO

BEATRICE SILENZI