Seleziona Pagina

Il reintegro dei sanitari fa discutere. Enrica Perucchietti

Il reintegro dei sanitari fa discutere. Enrica Perucchietti

In questo video di Fabbrica della Comunicazione la giornalista Beatrice Silenzi intervista Enrica Perucchietti, giornalista e scrittrice. argomento del giorno: il reintegro dei sanitari

Reazioni contrastanti, anche a livello locale, dopo che il neo ministro della Sanità Orazio Schillaciha dichiarato che i medici che sono stati sospesi dal lavoro perché si sono rifiutati di sottoporsi al vaccino anti-Covid saranno reintegrati in servizio prima della scadenza della sospensione, che Draghi e Speranza avevano fissato al 31 dicembre. Servirà un provvedimento specifico. Il rettore uscente di Tor Vergata spiega la scelta con la “preoccupante carenza di personale medico e sanitario segnalata dai responsabili delle strutture sanitarie e territoriali”.

IL REINTEGRO DEI SANITARI NO VAX

Per questa ragione è favorevole anche l’assessora trentina Stefania Segnana, secondo cui i rientri alleggerirebbero un sistema sanitario gravato dalla carenza di personale. In Trentino il personale dell’Azienda sanitaria non vaccinato che è stato sospeso è composto da 157 unità, amministrativi compresi. In particolare sono tra i 70 e gli 80 gli infermieri degli ospedali trentini che non stanno lavorando. A questi se ne aggiunge un’altra manciata, tra RSA e altri presidi sanitari.

In Alto Adige sono 208 i sanitari no vax sospesi, che ora potrebbero tornare a lavorare; 70 solo a Bolzano. E anche il direttore generale della Asl altoatesina Florian Zerzer accoglie con favore l’iniziativa del nuovo Governo di revocare l’obbligo di vaccinazione. Più prudente Antonio Ferro, direttore generale dell’azienda sanitaria trentina: “ne capiremo di più quando uscirà la direttiva”.

Non bisogna prendere la materia a cuor leggero, replicano Marco Ioppi e Daniel Pedrotti, rispettivamente presidenti dell’Ordine dei Medici e degli Infermieri del Trentino. Per Ioppi è una scelta che va nettamente contro la deontologia professionale.

Per Pedrotti: “Abbiamo di fronte un inverno in cui influenza e Covid potrebbero toccare duramente i fragili. Richiamiamo i colleghi infermieri a continuare ad aderire a principi deontologici e scientifici di tutela della salute pubblica. L’invito è quello di mantenere la copertura vaccinale anti-Covid”. (fonte rainews.it)

Il video pubblicato è di proprietà di (o concesso da terzi in uso a) FABBRICA DELLA COMUNICAZIONE.
E’ vietato scaricare, modificare e ridistribuire il video se non PREVIA autorizzazione scritta e richiesta a info@fcom.it.

Podcast

Annuncio pubblicitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

TRANSLATE

CATEGORIE

Libri di Beatrice Silenzi

Annuncio pubblicitario

Annuncio pubblicitario

SOSTIENI IL CANALE

AIUTAMI A COSTRUIRE UN MONDO MIGLIORE


LIBERI DALLE DIPENDENZE

FOCUS RADIO

BEATRICE SILENZI