Seleziona Pagina

ID 2020. Programma di identità digitale. Quello che non sai

ID 2020. Programma di identità digitale. Quello che non sai

Tutto parte da maggio 2010 – ovvero dalla relazione della Rockefeller Foundation – è stata ipotizzato l’arrivo di una pandemia, come quella che stiamo vivendo attualmente, mentre lo scenario che ne deriva è esattamente quello descritto da Aldous Huxley nel suo libro “Il mondo nuovo”.

Un’altra ipotesi pandemica è stata proposta dalla Bill & Melinda Gates Foundation nel 2017, risolta con l’arrivo dei vaccini.

ID 2020 è un programma di identità digitale che ha legami con la situazione pandemica: è una corporazione creata tra la Rockefeller Foundation, Bill & Melinda Gates Foundation e la Gavi.

Come funziona?

Attraverso i “quantum dot tattoos” (tatuaggi a punti quantici) vengono impiantate nel corpo microtecnologie e vaccini, contemporaneamente.

Non è complottismo, ma purtroppo, pura e semplice constatazione analitica.

I documenti ci sono e sono fruibili da chiunque.

Germana Leoni – Scrittrice e Giornalista d’inchiesta – nell’intervista realizzata da Beatrice Silenzi – Giornalista – in modo attento e pertinente porta articoli esaurienti e particolareggiati per suffragare le proprie argomentazioni.

Il video pubblicato è di proprietà di (o concesso da terzi in uso a) FABBRICA DELLA COMUNICAZIONE.
E’ vietato scaricare, modificare e ridistribuire il video se non PREVIA autorizzazione scritta e richiesta a info@fcom.it.

Podcast

ID 2020 Quello che non sai

di GERMANA LEONI - Scrittrice e Giornalista d'inchiesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SOSTIENI IL CANALE

AIUTAMI A COSTRUIRE UN MONDO MIGLIORE


LIBERI DALLE DIPENDENZE

FOCUS RADIO

BEATRICE SILENZI