;

Clicca per guardare il video

Su Fabbrica della Comunicazione, Beatrice Silenzi – giornalista e direttore responsabile – si occupa della rubrica, “Attualità e Comunicazione”, in collaborazione con Studi & Salute Bolgan.

La dipendenza affettiva viene inquadrata tra le nuove dipendenze, classe di disturbi eterogenei, caratterizzata da comportamenti ripetitivi e persistenti, che compromettono in maniera significativa la vita relazionale, sociale e professionale della persona. 

Alla dipendenza affettiva si collega l’attaccamento, quale bisogno di vicinanza fisica e psicologica ad un altro essere umano, bisogno fondamentale dell’individuo.

Tuttavia la love addiction si ha quando la ricerca dell’altro diventa ossessiva, caratterizzata da continue richieste di devozione e dedizione e di rinuncia o evitamento sociale e da un mancato riconoscimento delle proprie necessità, bisogni, desideri e persino della propria identità.

È certamente un disturbo pericoloso, poiché il dipendente affettivo si coinvolge in relazioni impossibili con persone tendenzialmente aggressive verso le quali innesca la propria dipendenza, atta a colmare antichi vuoti affettivi, spesso narcisisti.

Facciamo chiarezza su tutto l’argomento, analizzandolo in maniera capillare con la Dottoressa Ombra. 

Il video pubblicato è di proprietà di (o concesso da terzi in uso a) FABBRICA DELLA COMUNICAZIONE.
E’ vietato scaricare, modificare e ridistribuire il video se non PREVIA autorizzazione scritta e richiesta a info@fcom.it.