Seleziona Pagina

Embrioni umani come pezzi di ricambio

Embrioni umani come pezzi di ricambio

Su Fabbrica della Comunicazione, la riflessione settimanale di Enrica Perucchietti – Scrittrice – commentata con Beatrice Silenzi – Giornalista.

Un team di imprenditori israeliani sta progettando di coltivare embrioni umani in uteri artificiali e, per evitare dilemmi etici, gli embrioni umani verranno coltivati ​​senza testa.

Aberrante? L’articolo non spiega come la crescita di embrioni umani senza testa possa “evitare dilemmi etici”, lasciando al lettore la necessità di capirlo da solo.

Grande mercato di riferimento sarebbero tutti gli anziani che hanno distrutto le loro cellule immunitarie e vogliono invertire la tendenza all’invecchiamento.

Ad ogni modo, il piano, da spiegare in parole povere, sarebbe più o meno questo: se invecchio, e avessi bisogno di un organo sostitutivo che non risenta dell’invecchiamento, potrei pagare questa startup per far crescere un embrione artificiale da cui prelevare organi per trapiantarli per qualsivoglia ragione in un altro corpo.

Il video pubblicato è di proprietà di (o concesso da terzi in uso a) FABBRICA DELLA COMUNICAZIONE.
E’ vietato scaricare, modificare e ridistribuire il video se non PREVIA autorizzazione scritta e richiesta a info@fcom.it.

Podcast

Annuncio pubblicitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

TRANSLATE

CATEGORIE

Libri di Beatrice Silenzi

Annuncio pubblicitario

Annuncio pubblicitario

SOSTIENI IL CANALE

AIUTAMI A COSTRUIRE UN MONDO MIGLIORE


LIBERI DALLE DIPENDENZE

FOCUS RADIO

BEATRICE SILENZI